Menù

 

Premio Tesi di Laurea “Ingenio al Femminile” quarta edizione - anno 2024

Pubblicato il
Scadenza
Struttura
Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica
Dipartimento di Ingegneria e scienza dell’informazione
Dipartimento di Ingegneria industriale
CISMed - Centro Interdipartimentale di Scienze Mediche
Destinatari
Laureati
Dottorandi
N. posizioni
5
Importo
€1500.00
Erogato da
Soggetto esterno
Finanziato da
Consiglio Nazionale degli Ingegneri

Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri, con il sostegno di diversi enti tra cui l'Università di Trento, bandisce la quarta edizione del Premio di laurea in favore di neolaureate che abbiano prodotto brillanti tesi di laurea in Ingegneria, su argomenti che sono individuati anno per anno dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri. 

Il bando è aperto a donne ingegnere di cittadinanza italiana che abbiano discusso, presso qualsiasi ateneo italiano, una tesi per il conseguimento di una laurea in Ingegneria tra quelle ricomprese nel decreto del Ministro dell’Università n. 270/2004, di livello triennale, magistrale o a ciclo unico.

Un premio è destinato anche a quelle laureate che, nel periodo indicato, abbiano discusso una tesi di dottorato di ricerca.

Possono concorrere all’assegnazione del Premio tutte le laureate che abbiano conseguito la laurea nel corso del periodo di tempo compreso tra il 1 aprile 2023 ed il 31 marzo 2024, con un voto di laurea non inferiore a 105/110.

Per quanto riguarda il premio destinato alla tesi di dottorato, possono partecipare solo le dottoresse di ricerca già iscritte all’albo o, in alternativa, che abbiano presentato domanda di iscrizione alla data di partecipazione.



Il tema individuato per la quarta edizione del premio Tesi di Laurea “Ingenio al Femminile” è il seguente: «Il paradigma 5.0 e il ruolo strategico dell’ingegneria».

Il paradigma 5.0 dello sviluppo economico si fonda sulla consapevolezza ormai ampiamente generalizzata che un approccio orientato esclusivamente al profitto è non più sostenibile. Infatti, nel contesto globalizzato nel quale viviamo, la ricerca esclusiva del profitto genera danni comprovati alla società ed all’ambiente. Di conseguenza il nuovo paradigma 5.0, che supera e trascende i principi che erano stati alla base del progetto di “Industria  4.0”, si poggia su tre concetti fondamentali:

1. centralità della persona, riportando i bisogni e gli interessi fondamentali della persona al cuore del processo di produzione, anziché concentrarsi unicamente sulle tecnologie emergenti e sulla loro potenziale capacità di aumentare l'efficienza produttiva;

2. resilienza, nel senso di realizzare un sistema economico e produttivo capace di assorbire meglio le crisi di natura finanziaria, sociale, naturale, ultimamente addirittura medica (pandemia Covid) che sempre più frequentemente si verificano con conseguenze tali da mettere in ginocchio interi Paesi;

3. sostenibilità, facendo in modo che si sviluppino processi tali da consentire il riutilizzo, la conversione e/o il riciclo delle risorse naturali, senza che vadano sprecate e minimizzando l’impatto ambientale dello sviluppo tecnologico e produttivo.

I premi sono destinati:

• uno alle tesi di laurea nel settore dell’ingegneria civile-ambientale;

• uno alle tesi di laurea nel settore dell’ingegneria industriale;

• uno alle tesi di laurea nel settore dell’ingegneria dell’informazione;

• uno, dedicato alla memoria di Giulia Cecchettin, esclusivamente destinato alle tesi di laurea

in ingegneria biomedica;

• uno alle tesi di dottorato di ricerca.

Il premio consisterà in una somma in denaro una tantum, assoggettata alle ritenute di legge, di 1.500,00 euro per ciascuna vincitrice.

La domanda di partecipazione dovrà essere inviata collegandosi al sito www.ingenioalfemminile.it

Termine presentazione candidature: ore 12:00 del 22 luglio 2024 (termine prorogato).

 

Bando
bando_4ed.pdf (PDF | 302.51 KB)
Locandina (PDF | 1.87 MB)
Ulteriori documenti
A cura di

contatti block

Consiglio Nazionale degli Ingegneri
Contatti
Sezione FAQ nel sito www.ingenioalfemminile.it