Download 

I Semestre 2022/2023 

Lauree triennali

Di seguito l'elenco delle attività utili al conseguimento dei crediti di tipo F previste per i corsi di laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio. I crediti di tipo F, indicati nel Manifesto degli Studi con la dicitura "Altre attività", possono essere acquisiti, a seconda dell’ordinamento e del curriculum, tramite la fruizione di tali attività o mediante il tirocinio formativo. Al raggiungimento del numero previsto di iscritti sarà possibile iscriversi "in coda" fino a 5/10 posti in caso di rinuncia di alcuni iscritti. Al momento della chiusura questi studenti saranno avvisati sulla possibilità di partecipare al seminario. Ogni singolo seminario specifica a chi è rivolto il seminario. E' possibile prenotarsi anche a seminari offerti per altri corsi, "con riserva": avranno la precedenza gli studenti ai quali è rivolto il seminario.

Per informazioni rivolgersi a Segreteria DICAM: patrizia.fontanive [at] unitn.it

Ecosistemi e sfide ambientali, conflitti uomo-fauna, cambiamento climatico, ecosistemi forestali, agricoli e urbani sostenibili (2 CFU) - 

La nostra specie dipende per la propria sopravvivenza sia dagli ecosistemi naturali che dagli ecosistemi di origine antropica che abbiamo creato nel corso della storia recente dell’uomo. Tutti gli ecosistemi sono soggetti ad una forte pressione legata alla sovrappopolazione, all’inquinamento, allo sfruttamento insostenibile delle risorse, ai conflitti uomo fauna, all’arrivo delle specie invasive, al cambiamento sconsiderato dell’uso del suolo e infine alle minacce del cambiamento climatico. Il corso parte dagli ecosistemi naturali per poi addentrarsi negli ecosistemi agricoli e urbani, sempre tenendo conto che ognuno di questi ecosistemi non è mai completamente sconnesso dagli altri, anzi, le connessioni spaziali e temporali sono fondamentali per la comprensione dello stato presente e del possibile futuro dell’ambiente. Gli interventi dell’uomo, incluso quelli ingegneristico architettonici dovrebbero tenere conto di questi fattori. La gestione oculata delle risorse naturali e il recupero di un rapporto uomo ambiente più equilibrato saranno fondamentali per migliorare la sostenibilità ambientale per il futuro.

Docenti:  prof. Marco Ciolli

Posti: 45

Aula:  1D - quando possibile per le condizioni atmosferiche parte delle lezioni frontali si terrà nel parco di Mesiano.

Orario:

  • 4 Ottobre 16,30-18,30 - Ecosistemi descrizione generale, Biomi
  • 6 Ottobre 14,30-16,30 - Osservare e capire gli ecosistemi singolarmente e nelle loro interconnessioni
  • 11 Ottobre 16,30-18,30 - Ecosistemi Forestali, Gestione forestale e impatto del cambiamento climatico, fissazione di CO2 negli ambienti naturali
  • 18 Ottobre 16,30-18,30 - Agricoltura, Foreste, tempeste e eventi estremi
  • 20 Ottobre 14,30-16,30 - Ecosistemi agricoli e impatto del cambiamento climatico
  • 3 Novembre 14,30-16,30 - Specie Invasive, impatto sugli ecosistemi agricoli e forestali, mezzi di lotta
  • 10 Novembre 14,30-16,30 - Ecosistemi Urbani osservazione e descrizione, impatto del cambiamento climatico
  • 17 Novembre 14,30-16,30 - Conflitti uomo-fauna, Corridoi Ecologici, sovrappassi per animali
  • 24 Novembre 14,30-16,30 - Osservare corridoi ecologici esistenti e pianificati, paesaggi passati e paesaggi odierni.
  • 1 Dicembre 14,30-16,30 - Fondamenti di mappatura degli ecosistemi, Basi di GIS (QGIS) e dati per mappare gli ecosistemi

Dedicato sia agli studenti del corso triennale sia del corso magistrale di Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio e agli studenti LT e LM di Ingegneria Civile ; potranno partecipare anche studenti dei corsi del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, salvo disponibilità di posti. Lo studente maturerà i crediti previsti a seguito della frequenza minima del 75% delle ore di lezione e il superamento della prova di valutazione finale. 

 

Lauree magistrali

Di seguito l'elenco delle attività utili al conseguimento dei crediti di tipo F previste per i corsi di laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio. I crediti di tipo F, indicati nel Manifesto degli Studi con la dicitura "Altre attività", possono essere acquisiti, a seconda dell’ordinamento e del curriculum, tramite la fruizione di tali attività o mediante il tirocinio formativo. Al raggiungimento del numero previsto di iscritti sarà possibile iscriversi "in coda" fino a 5/10 posti in caso di rinuncia di alcuni iscritti. Al momento della chiusura questi studenti saranno avvisati sulla possibilità di partecipare al seminario.

Energia, idrogeno e decarbonizzazione (1CFU) - 

Lo sviluppo tecnologico dell’uomo, che si traduce in benessere ed in una vita comoda per una parte consistente della popolazione mondiale, è potuto avvenire grazie alla scoperta dei combustibili fossili (carbone, petrolio, gas naturale) e al loro uso sempre più estensivo: ancora oggi essi forniscono l’80% del consumo energetico primario mondiale. Peccato che l’uso dei combustibili fossili comporti la produzione di CO2 da cui il riscaldamento globale di cui sopra. È ormai chiaro che sia necessario, per non andare incontro alla catastrofe, fare un deciso salto verso fonti energetiche alternative a quelle fossili: solare, eolico, geotermico, biomasse. La sfida è in corso, e l’Europa ha deciso di essere la protagonista della transizione
energetica, investendo molto sull’idrogeno. Diverse tecnologie sono in forte sviluppo in tutti i settori energetici per decarbonizzare la società: i problemi aperti sono tanti ma tante sono anche le soluzioni tecnologiche possibili.

Docenti:  prof. Luca Fiori

Posti: 45

Aula: 1P

Orario:

  • 10 novembre 16,30 -18,30 - Energia: cosa è, quanta ne consumiamo e sprechiamo
  • 17 novembre 16,30 -18,30 - I combustibili fossili. CO 2 e riscaldamento globale
  • 24 novembre 16,30 -18,30 - Da un modello di sviluppo lineare ad uno circolare
  • 1 dicembre 16,30 -18,30 - Energie rinnovabili: aria, acqua, terra e sole
  • 15 dicembre 14,30 -18,30 - Elettroni e molecole rinnovabili: il ruolo dell’idrogeno e la transizione energetica. Presentazione degli studenti di un tema di attualità nel contesto dell’attività seminariale, e discussione.

L’attività seminariale si rivolge agli studenti del corso magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e agli studenti iscritti al terzo anno del corso triennale di Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio e Territorio. Potranno partecipare anche studenti del corso di laurea magistrale in Ingegneria Energetica, salvo disponibilità di posti. Lo studente maturerà il credito previsto a seguito della frequenza minima del 75% delle ore di lezione e il superamento della prova di valutazione finale che coincide con la presentazione prevista a chiusura del corso.

II Semestre 2022/2023

Di seguito l'elenco delle attività utili al conseguimento dei crediti di tipo F previste per i corsi di laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio che saranno proposti di sicuro nel secondo semestre. Entro la metà di gennaio sarà pubblicato l'elenco completo con le specifiche come il primo semestre.

Scuola estiva su Gestione delle foreste e servizi ecosistemici

Laboratorio introduttivo di System dynamics e system thinking: Strumenti per lavorare in contesti e problemi complessi